info@gassino5stelle.it

Si può Fare!

By admin on 14 settembre 2015 in Articoli
0
0

 

sipuofare

Vai al video

Al di là delle divisioni interne alla maggioranza signori scaldate i motori, questa è la gassino che vorrebbero.

Modifiche al piano regolatore, Piazza sampieri con parcheggio sotterraneo, teatro all’aperto e collegamento con corso italia da una scalinata il tutto finanziato dalle fondazioni bancarie (chiampa batti un colpo)

Per dirla all’inglese visto che di internazionalizzazione gassinese stiamo parlando “Oh My God”.

Nulla contro il progetto e gli architetti summer school ma si sa dalla carta per rodare i futuri professionisti alla cruda realtà gassinese, fatemi direi che ne passa.

Proponiamola semplice.

Piazza Sampieri pedonale, e ci siamo (da tempo presentata mozione bocciata dalla maggioranza). Nessun scavo ridiamo la piazza alla città un minimo di decoro urbano (panchine fontana e area ludica) togliamo 10 (dieci dico dieci) posti auto calcolando quelli liberi a turnazione e non a parcheggio stabile e fisso di doppie o triple auto di proprietà mal usate.

E già qui sarebbe un sogno.

Togliamo di torno le fondazioni bancarie con un batter d’ali.

Veniamo al teatro, bello ma c’è già al chiuso in una bellissima struttura che si affaccia sulla piazza.

Certo non si potrà ammirar le stelle durante gli spettacoli, ma subito dopo appena finita la rappresentazione potremmo ammirarle in tutta la loro bellezza dalla piazza sampieri pedonalizzata.

E dai che magari si incontra qualcuno e si fan due chiacchiere come non va più tanto di moda.

La piazza si potrà allestire per eventi temporanei più duraturi come appena fatto con cinema in piazza a costo 0 per la città.

Non solo teatro quindi ma tutto quello che vi viene in mente.

Quella marea di soldi sempre nostri, gestiti dal partito del sindaco, utilizziamoli per dare reddito ai cittadini ai tanti che chiedono aiuto comprese tante piccole aziende strozzate anche a gassino tra fisco e azzeccagarbugli, meno multe, meno cemento, piu semplicità.

Semplicità, semplicità e coraggio non serve molto altro.

Ci manca solo una cosa: dobbiamo capire che ciò che accade per davvero non è quello che viene raccontato, ma è quello che succede a noi in prima persona e a ciò che ci sta intorno». Come dire: la palla ce l’abbiamo noi e il cambiamento dipende da quello che faremo, da quello che saremo e da nessun altro.

Non c’è summer school che tenga

Leggi l’articolo: http://goo.gl/XCvsPC

About the Author

adminView all posts by admin

0 Comments

Add comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*